Aree di interesse

Negli ultimi 20 anni, a livello mondiale, è nata l’esigenza di formare delle nuove professionalità capaci di interagire nelle attività complesse relative alle progettazioni delle gestioni emergenziali, partendo da quelle di tipo socio-economico e ambientali, fino a quelle comunemente dette di protezione e difesa civile: gli Emergency Manager.

SVILUPPO SOCIO
ECONOMICO:
La complessità del pensiero e dei sistemi economici contemporanei è il contesto di riferimento dove si realizza il connubio tra “nuove libertà”, “nuove tecnologie” e “nuove professioni”, declinato nei singoli ambiti disciplinari e ancorato alla dialettica tra globalizzazione e localismo.  Per questi motivi E.Di.Ma.S. pone tra i suoi obiettivi primari la necessità di far convergere su questi temi i cittadini e le istituzioni nazionali ed internazionali, per favorire progetti di Ricerca e Sviluppo sulle attività formative ed educative per la gestione ottimale delle criticità di sistema (crisi o emergenze).
AMBIENTE: Le Nazioni di tutto il mondo hanno sviluppato standard ambientali per proteggere il pianeta e migliorare la vivibilità dell’essere umano. Ogni istituzione deve fronteggiare molteplici sfide, per riuscire a garantire la tutela delle specie in via di estinzione e degli habitat a rischio, ed utilizzare in modo razionale e compatibile, le risorse naturali per consentire all’intera umanità di progredire correttamente, nel rispetto delle generazioni future.
PROTEZIONE CIVILE: E’ l’area di crescente rilevanza nel mondo – dalle storiche attività di protezione e difesa dei cittadini di ogni singolo Paese, a quelle della cooperazione volontaria e strutturata di livello internazionale.  Ecco come, il concetto moderno di “protezione civile” tende verso studi, approcci metodologici e procedure, sempre più comuni sia per le risposte in caso di catastrofi naturali, sia per quelle provocate dall’uomo – riconoscendo alle fasi di pianificazione e prevenzione, la necessaria maggiore importanza rispetto a quanto erano considerate anche nel recente passato, perché votate alle risposte e alle attivazioni in caso di emergenza (l’ormai superato approccio del “disaster management”).
In tutte le nostre Aree di interesse, vi è un comune denominatore:
  • le attività messe in campo nei singoli Paesi sono volte a tutelare l’integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l’ambiente dai danni o dai pericoli derivanti da calamità naturali, antropiche e da qualsiasi altra tipologia di crisi, per assicurare la salvaguardia degli interessi vitali degli Stati e la protezione delle loro capacità economiche, produttive, logistiche e sociali, ma, è evidente come, ci sia ancora tanto da fare, per giungere a livello globale, alle Pianificazioni Integrate e Strategiche Territoriali, capaci di ridurre le incertezze e le anomalie di risposta in caso di crisi e emergenze, ma soprattutto di riuscire a creare, gruppi partecipati e intere collettività, maggiormente consapevoli, solidali, efficienti e quindi, in un solo termine, più resilienti.

Per tali motivi E.Di.Ma.S.  ha inteso promuovere l’affermazione in Italia e in Europa, di una nuova figura professionale nell’area multidisciplinare dell’Emergency Management: il Prevention Manager (responsabile/progettista della prevenzione).

Le attività messe in campo nei singoli Paesi sono volte a tutelare l’integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l’ambiente dai danni o dai pericoli derivanti da calamità naturali, antropiche e da qualsiasi altra tipologia di crisi, per assicurare la salvaguardia degli interessi vitali degli Stati e la protezione delle loro capacità economiche, produttive, logistiche e sociali, ma, è evidente come, ci sia ancora tanto da fare, per giungere a livello globale, alle Pianificazioni Integrate e Strategiche Territoriali, capaci di ridurre le incertezze e le anomalie di risposta in caso di crisi e emergenze, ma soprattutto di riuscire a creare, gruppi partecipati e intere collettività, maggiormente consapevoli, solidali, efficienti e quindi, in un solo termine, più resilienti.

Per tali motivi E.Di.Ma.S.  ha inteso promuovere l’affermazione in Italia e in Europa, di una nuova figura professionale nell’area multidisciplinare dell’Emergency Management: il Prevention Manager (responsabile/progettista della prevenzione).

Commenti chiusi